best free magento theme

Vai al contenuto principale »

Il tuo carrello libri è vuoto

Assedio al Castello. Gradara 1446 - Racconto storico illustrato (Fumetto)

Diventa il primo a recensire il prodotto

€ 6,00

Introduzione Veloce

Ricerca e consulenza storica a cura di : Luigi Battarra e Matteo Casadei., Disegni e storia a cura di: Alan D'Amico, Collana: NARRATIVA E POESIA - Edizioni Il Cerchio., pagine 32, corredato di tavole didattiche.

Assedio al Castello. Gradara 1446 - Racconto storico illustrato (Fumetto)

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Recensioni

Dettagli

Anno Domini 1446, mese di ottobre.

Gli eserciti di Francesco Sforza e di Federico da Montefeltro mettono sotto assedio il castello di Gradara.

Soltanto gli abitanti del borgo e poche decine di uomini d'arme fedeli al loro Signore, Sigismondo Pandolfo Malatesta, si oppongono eroicamente alla furia degli assedianti.

Le bombarde tuonano giorno e notte contro le alte mura di Gradara cercando di sbriciolarle mentre fame e stanchezza si insinuano nell'animo dei Gradaresi rischiando di soffocare il piccolo barlume di speranza che ancora vi abita.

Un'accurata ricostruzione storica con l'ausilio delle cronache del tempo e un inquadramento generale del periodo storico senza perdersi nella eccessiva ricerca del particolare , assieme ad un taglio volutamente divulgativo, sono gli elementi di base di questo avvincente fumetto che ripropone qualche episodio del terribile assedio di Gradara.

43 giorni di battaglia durante i quali tre dei più grandi capitani di ventura della penisola si sono affrontati mettendo in campo tutta la loro ferocia e astuzia; Francesco Sforza, il più anziano ed esperto, alleato con un giovane Federico da Montefeltro, non acora Duca d'Urbino ma destinato ad un futuro glorioso, affrontano un altrettanto giovane Sigismondo Pandolfo Malatesta, Signore di Rimini, uomo audace e valoroso ma dal carattere terribilmente impulsivo.

Ricostruzione storica della vicenda e racconto d'avventura si fondono in questo volumetto che vuole avvicinare giovani e adulti alla nostra storia, così intrigante e coinvolgente che non è stato necessario aggiungere nulla alle cronache dell'epoca, è bastato raccontare i fatti così come ci sono stati tramandati.