best free magento theme

Vai al contenuto principale »

Il tuo carrello libri è vuoto

I vichinghi e la morte. la ritualità funebre scandinava fra migrazione e stanzialità (sec. VIII-XI).

Diventa il primo a recensire il prodotto

20,00 €

Introduzione Veloce

Autore Chiolero D.; pag. 152

I vichinghi e la morte. la ritualità funebre scandinava fra migrazione e stanzialità (sec. VIII-XI).

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Dettagli

Analizzando il vasto mondo della ritualità funebre scandinava si evince la pluralità di riti che la caratterizzano e, compiendo una ricerca interdisciplinare che prevede l'analisi di fonti letterarie ed archeologiche, si giunge alla conclusione che i norreni non seguivano precise norme rituali standardizzate.

Al contrario, vi è una grande varietà che permette di constatare l'importanza che veniva data al rito funerario. In particolare si può notare come i funerali fossero usati come mezzo espressivo dei vivi, dei congiunti o della comunità alla quale il defunto apparteneva. La sepoltura, la tumulazione, l'incinerazione sono scelte funebri pubbliche e sono sfruttate, in particolare dai potentes, con un chiaro intento di dimostrazione di potere e di forza militare.

L'AUTORE

Davide Chiolero (Torino 1991) si è laureato in storia presso l'Università degli Studi di Torino nel 2017, con una tesi che analizza alcuni aspetti del mondo scandinavo medievale. Ha poi conseguito la laurea magistrale in scienze storiche con valutazione 110 e lode. Attualmente lavora come docente di italiano, storia e geografia. I suoi interessi principali riguardano numerosi aspetti della storia culturale e materiale del periodo medievale. In particolare la storia dell'alimentazione e la storia del costume sono state oggetto di conferenze e laboratori in collaborazione con istituti di istruzione superiore di primo e secondo grado, nonché con associazioni culturali.