best free magento theme

Vai al contenuto principale »

Il tuo carrello libri è vuoto

Il dopoguerra repubblicano. - Progresso materiale e degrado morale

Diventa il primo a recensire il prodotto

€ 19,00

Introduzione Veloce

Autore libro: Malnati F., Collana: SAGGI FUORI COLLANA - pagine 310

Il dopoguerra repubblicano. - Progresso materiale e degrado morale

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

Recensioni

Dettagli

"In Italia si e' verificato, nel XX secolo, il fatto (non comune) che un complesso di avvenimenti svoltosi nell'arco di circa cinque anni, dal 1943 al 1948, abbia pesato in maniera schiacciante per tutta la seconda meta' del secolo, non cessando neppure oggi, a ben guardare, di avere conseguenze importanti. Si rende quindi necessario, per cercare di ricostruire l'intero periodo in modo obbiettivo e non conformista, partire da quelle date iniziali, sulle quali le generazioni che si sono succedute da allora (non meno di tre) hanno le idee confuse, o, addirittura, ignorano tutto in modo clamoroso, tanto da considerare gli eventi in questione quasi fatti astrusi e superati, mentre non si accorgono di vivere in un mondo che si regge solo ed esclusivamente su di essi, nel bene e nel male". (Dall'incipit del Capitolo I) Dagli eventi bellici della II Guerra Mondiale, passando per il momento-cardine dell'8 settembre, l'Autore fa un ampio excursus storico su 60 anni di storia italiana, arrivando fino alla pochezza politica della storia attuale: dal referendum per la Repubblica del 1948 all'assalto comunista ai paesi dell'Europa dell'Est, dal lungo periodo di egemonia politica democristiana alle vicende di Tangentopoli e del suo fallimento, dallo sfascio della Giustizia all'avvento della Lega e di Berlusconi, dal governo della Sinistra fino alle recentissime vicende politiche e al ritorno del Governo Berlusconi. La visione di Malnati della storia italiana e' lucida e disincatata, spesso controcorrente, provocatoria e consapevolmente fuori dal coro, ma e' anche sincera ed appassionata, di chi ha vissuto in prima persona gran parte degli eventi di cui parla, un testimone d'eccezione di sessant'anni di storia, sempre vissuti tenacemente e ostinatamente "dalla parte sbagliata".